Lending Circles al progetto Brown Boi


Costruire credito e fiducia nelle comunità LGBTQ di colore

La prima esperienza di Carla con un circolo di prestito è avvenuta molto prima che iniziasse a lavorare con il Brown Boi Project, e molto prima di aver sentito parlare del MAF. Lei li conosceva come "cundinas", e li ha incontrati per la prima volta nella fabbrica di abbigliamento di Los Angeles dove ha iniziato a lavorare da adolescente.

Lei e le sue colleghe hanno formato la cundina per sostenersi a vicenda nel risparmio. Ognuno di loro ha accettato di dare un contributo settimanale di $100.

Non era una somma facile da risparmiare. Carla ha fatto gli straordinari per assicurarsi di poter fare ogni pagamento. Alla fine, ha risparmiato abbastanza soldi attraverso la cundina per finanziare un viaggio in Messico, dove viveva gran parte della sua famiglia.

Carla aveva accettato il lavoro in fabbrica sapendo che il suo obiettivo finale era quello di continuare la sua istruzione, e presto si iscrisse ai corsi serali in un college locale.

I soldi erano pochi e i corsi erano costosi, così si è indebitata pesantemente per finanziare i suoi studi. Non si è resa conto che avrebbe potuto qualificarsi per un aiuto finanziario.

Poco dopo aver iniziato i suoi studi, Carla ha subito un infortunio alla schiena al lavoro. I suoi datori di lavoro hanno smesso di darle delle ore, e alla fine è diventata invalida ed è diventata una studentessa a tempo pieno. Si è trasferita alla UC Santa Cruz, e un professore l'ha aiutata a richiedere un aiuto finanziario. Carla amava i suoi corsi di studi femministi e sociologia, ma il peso del suo crescente debito era in agguato sullo sfondo. Cominciò a evitare le chiamate degli esattori. Ha tirato avanti in questo modo per anni.

È sprofondata ancora di più nei debiti. Il suo forte punteggio di credito di 720 è crollato, scendendo sotto 500.

Da Cundinas a Lending Circles

Poco dopo essersi laureata, Carla si è imbattuta in un annuncio di lavoro con Progetto Brown Boiun'organizzazione no-profit di Oakland che riunisce donne, uomini, persone con due spiriti, trans e alleati di sesso maschile per cambiare il modo in cui le comunità di colore parlano di genere.

Ha capito subito che questo lavoro era per lei. La missione e i valori di Brown Boi riecheggiavano la sua identità ed esperienza. Si è candidata senza esitazione. La concorrenza era forte, con oltre 80 candidati in lizza per la posizione. Ma Carla aveva ragione sulla sua idoneità al ruolo. Come lei stessa racconta, lei e lo staff di Brown Boi "hanno dato il via libera".

Aveva ottenuto il lavoro dei suoi sogni. Ma il suo debito e il suo credito danneggiato continuavano a limitarla.

Ha lottato per trovare un alloggio a Oakland che accettasse il suo basso punteggio di credito. Fortunatamente, Carla aveva un amico che l'ha aiutata a trovare un appartamento. Ma senza una carta di credito, non poteva permettersi di arredare la sua nuova casa.

"Tutte queste cose sono così emotivamente drenanti e stressanti. Mi sentivo depresso. Il tuo punteggio di credito può quasi sentirsi attaccato al tuo valore".

È stato a Brown Boi che Carla è venuta a conoscenza del programma Lending Circles che il MAF gestisce. Il concetto le era familiare dalla sua precedente esperienza con le cundine. La promessa di migliorare il suo punteggio di credito attraverso la partecipazione ha sollevato il suo spirito - ha iniziato a immaginare il sollievo che avrebbe provato se la sua vita non fosse stata più controllata dai debiti, le sue opzioni non più limitate dal suo punteggio di credito. Dopo tanti anni di esclusione finanziaria, Carla ha apprezzato che Lending Circles fosse aperto a lei indipendentemente dal suo punteggio di credito.

Carla ha portato al suo Lending Circle la stessa disciplina e dedizione che aveva portato alla cundina anni prima. Dopo Brown Boi è diventato un fornitore ufficiale di Lending CirclesCarla ha colto l'opportunità di diventare l'organizzatore principale del programma.

Carla ha finito il suo Lending Circle con 100% di pagamenti puntuali. Ha pagato il suo debito ed è anche riuscita ad accumulare risparmi.

Ma nonostante il suo curriculum perfetto, era nervosa all'idea di controllare il suo punteggio di credito. Era arrivata ad equiparare un punteggio di credito al sentirsi scoraggiata, scoraggiata e bloccata.

Per quasi un mese dopo la fine del Lending Circle, Carla ha rimandato il controllo del suo credito. Lo stesso mese in cui Carla ha completato il suo Lending Circle, è stata invitata a partecipare a un summit per innovatori di colore alla Casa Bianca. Si è portata a fare shopping di vestiti, confortata dal fatto che ora aveva abbastanza risparmi per coprire le spese.

Carla ha trovato il vestito perfetto: un abito grigio con una cravatta rossa. Alla cassa, la cassiera le ha offerto una domanda per la carta di credito del negozio. Carla era abituata a rifiutare queste offerte, sapendo che probabilmente non si sarebbe qualificata. Ma questa volta ha fatto domanda.

E con suo grande shock, si è qualificata.

"Mi sono qualificato ad un limite di $500! Ero super sorpreso. Ho detto, aspetta... Cosa? Mi sono qualificato?!".

Incoraggiata da questa notizia, Carla si spinse finalmente a controllare il suo punteggio di credito. Ha controllato: era salito di 100 punti a 650.

Ha pagato la carta di credito del negozio e ha fatto domanda per una carta diversa che offriva miglia aeree. Di nuovo, è stata approvata - questa volta per un limite di $5000. Il suo prossimo obiettivo è risparmiare abbastanza soldi per far volare sua madre in Europa il prossimo anno.

Cosa riserva il futuro

La stabilità finanziaria ha trasformato la visione della vita di Carla.

"Sarò sincero", dice. "Mi sento bene. Ho una carta di credito in caso di emergenza. Sono meno stressata sapendo che quando ho bisogno di soldi, sono lì". Aggiunge: "Mi sento più a terra, come se la mia vita stesse tornando a posto".

Carla si sente appassionata di iniziare più Lending Circles e di incoraggiare conversazioni più aperte sull'esclusione finanziaria con le persone di colore nella comunità LGBTQ:

"C'è molta vergogna. È spesso un tabù parlare delle lotte finanziarie nella nostra comunità... A volte pensiamo di non avere questo tipo di problemi, ma è così".

Ora mantiene le sue spese sotto il 25% del suo limite di credito e paga ogni mese l'intero saldo delle sue carte. Queste abilità sono pratiche, ma hanno un significato più grande per Carla. Vede l'educazione finanziaria come un modo potente di padroneggiare un sistema economico che spesso esclude e svantaggia le persone di colore e i membri della comunità LGBTQ.

"Nessuno ci ha insegnato come giocare a questo gioco", spiega Carla. "Ma con i moduli di educazione finanziaria, impariamo le regole".

Su cibo e famiglia: La storia di Isabel


Isabel è entrata in un Lending Circle per aiutare a far crescere la sua attività. Quest'estate, il suo ristorante "El Buen Comer" ha aperto a Bernal Heights.

Isabel è una cliente MAF e un'imprenditrice che ha usato Lending Circles per espandere la sua attività culinaria già di successo. Ha fatto queste osservazioni al Partito MAFter, una celebrazione della rete nazionale Lending Circles di MAF che ha avuto luogo il 27 ottobre 2016. Il suo nuovo ristorante di Bernal Heights El Buen Comer ha contribuito al catering dell'evento.

***

Il mio amore per il cibo è iniziato da ragazzina, quando vivevo a Città del Messico, dove sono nata. Mia madre e le mie sette sorelle cucinavano per tutta la famiglia, soprattutto per le feste. Cucinare ha sempre attirato la mia attenzione.

Così, quando la mia famiglia si è trasferita a San Francisco nel 2001, ho iniziato a cucinare dalla mia casa nel Tenderloin.

Era un modo per creare una comunità in un posto nuovo.

Ho preparato cibi tradizionali che mi ricordano il Messico: stufati, fagioli e riso, e tortillas che ho fatto da zero.

Nel 2007, un amico mi ha raccomandato di visitare La Cocinaun'organizzazione che sostiene le donne imprenditrici, così ho potuto formalizzare la mia attività. È così che la mia attività ha cominciato a crescere.

Ho aperto uno stand al Noe Valley Farmers' Market e ho iniziato a cucinare i grissini per la Pizzeria Delfina nella Mission. Abbiamo deciso di chiamare la nostra attività El Buen Comer. Mi sono dedicato a creare autentici piatti messicani. Ancora oggi uso la ricetta di mia madre per il mole verde.

All'inizio è stata dura. Ho dovuto investire così tanto - prima in un camion, poi nel pagare i permessi per la mia attività - che non avevo alcun profitto. Mi sentivo scoraggiata - ricordo di aver detto a mio marito: "Non so se voglio continuare a farlo".

Ma la mia famiglia mi ha sostenuto. Uno dei miei figli ha iniziato a scrivermi note con messaggi positivi per incoraggiarmi. Ero determinata e non mi sono permessa di arrendermi.

Avevo bisogno di comprare una vaporiera industriale per vendere i miei tamales al Farmers' Market, ma costava $1.400, e non avevamo abbastanza risparmi. È stato in quel momento che ho sentito parlare della MAF attraverso un amico che aveva partecipato a Lending Circles con la MAF. Sono entrato nel mio Lending Circle e per la prima volta ho avuto un modo sicuro e affidabile per risparmiare.

A giugno ho aperto il mio ristorante, El Buen Comersu Mission Street a Bernal Heights. Mio marito, i miei figli ed io gestiamo l'attività insieme, e mio marito lavora ancora al Farmers' Market il sabato.

Anche se l'attività non è più fisicamente in casa mia, il ristorante è praticamente la mia casa. Passo più tempo lì che a casa mia!

Abbiamo decorato il ristorante con artigianato messicano e anche con le macchinine con cui giocavano i miei figli quando erano piccoli.

Questo ci aiuta a ricordare come e dove è iniziato il nostro sogno.

Lending Circles è stata la nostra prima porta finanziaria - mi hanno dato accesso ai prestiti per aprire il mio ristorante, che è qualcosa che non avrei mai potuto immaginare. Ma più importante di questo, mi hanno aiutato a imparare a gestire il sistema finanziario per aprire ancora più opportunità in futuro.

Il mio sogno continua. Stiamo progettando di formare un Lending Circle all'interno della nostra famiglia per continuare a costruire credito e aiutarci a realizzare il nostro prossimo sogno.

Portare l'apprendimento finanziario oltre la classe


Lending Circles completa l'esperienza della Game Theory Academy

L'amicizia di Jasmine e Pasha è iniziata durante l'infanzia, quando le due ragazze erano compagne di classe alle elementari. Alla fine furono assegnate a scuole medie diverse e si persero di vista. Ma le due giovani donne condividevano un profondo impegno per la loro educazione e il loro futuro. Era questa qualità che le avrebbe riunite e che alla fine le avrebbe portate a unirsi a Il primo Lending Circle della Game Theory Academy.

Il loro ricongiungimento è stato inaspettato e non pianificato. Nel 2015, quando Jasmine e Pasha erano all'ultimo anno in due diverse scuole superiori di Oakland, entrambi si iscrissero a "Make Your Decisions Count", una classe sul processo decisionale finanziario con l'organizzazione no-profit Oakland Accademia della teoria dei giochi (GTA). Ripresero la loro amicizia come se il tempo non fosse passato e iniziarono viaggi di apprendimento paralleli che li avrebbero preparati per la sicurezza finanziaria per tutta la vita.

La missione della GTA è di fornire ai giovani le capacità decisionali e le opportunità economiche necessarie per raggiungere la stabilità finanziaria in età adulta. In "Fai contare le tue decisioni", Jasmine e Pasha si sono esercitati a rallentare il loro processo decisionale e a considerare attentamente i pro e i contro di ogni passo. Hanno coltivato l'abitudine di fermarsi prima di agire e di considerare le domande: "Cosa è nel mio interesse? E cosa devo sapere prima di decidere?".

Jasmine e Pasha sapevano che queste abilità li avrebbero aiutati enormemente in importanti decisioni future, come selezionare la migliore banca o fare un piano per pagare il college. Ma la chiave del successo di Jasmine e Pasha - e del loro continuo impegno con la GTA - è stata l'opportunità di mettere in pratica le nuove competenze finanziarie acquisite. Lo hanno fatto prima attraverso il programma di stage della GTA, e alla fine attraverso Lending Circles.

Dopo aver completato Make Your Decisions Count, sia Jasmine che Pasha sono diventati stagisti con Fattoria WOW, il programma di agricoltura urbana e business della GTA. Erano ansiosi di avere la possibilità di applicare le loro nuove competenze a un vero business. E a livello pratico, entrambi avevano bisogno di un'esperienza lavorativa.

Pasha ha parlato del valore dell'imparare e del fare:

"Ricevendo le buste paga di GTA, sperimentiamo come risparmiare, mettere a bilancio, tirare fuori $40 ogni volta che si riceve un assegno. Si può parlare e camminare come si deve".

Jasmine e Pasha hanno completato con successo i loro stage e si sono diplomati. Ma il loro apprendimento non era finito: entrambe si sono immediatamente iscritte al "Crash Course in Job Readiness" della GTA. Mentre molti giovani adulti che non vanno direttamente al college rimangono intrappolati in una rete caotica di attività scollegate o stagnanti, queste due giovani donne impressionanti hanno rifiutato di perdere la concentrazione. Sono rimaste impegnate nei loro obiettivi e hanno approfittato di tutto ciò che la GTA aveva da offrire.

Jasmine e Pasha erano scettici sul Lending Circles quando il programma è iniziato alla GTA. Jasmine, per esempio, era a disagio con l'enfasi sul credito. L'unico modo che conosceva per costruirsi un credito era con una carta di credito, e lei pensava saggiamente che le carte di credito fossero rischiose per i giovani senza un reddito fisso.

Ma Lending Circles le ha fornito un modo di costruire il credito di cui si fidava. Ha descritto il suo comfort con il programma: "Non devi preoccuparti di superare il tuo limite di credito perché è sempre un importo fisso". Pasha era altrettanto diffidente nei confronti delle carte di credito. Ma allo stesso tempo, ha riconosciuto che non avere un punteggio di credito si sarebbe rivelato una barriera:

"Hai bisogno di un punteggio di credito per ottenere una macchina, per fare un sacco di cose. Quando compi 18 anni e stai per andare al college, tutte le banche ti mandano offerte di carte di credito e a volte il TAEG è molto alto e questo ti può rovinare".

Per molti giovani adulti senza molta esperienza con le transazioni finanziarie formali, l'impegno del Lending Circles può sembrare intimidatorio (un regolare pagamento mensile!) e il suo valore astratto (punteggio di credito, cosa?). Ma Pasha e Jasmine hanno attinto alle loro solide basi di educazione finanziaria per considerare i benefici del programma. E soprattutto, avevano costruito un rapporto di fiducia con GTA nel corso della loro partecipazione ai programmi. Così hanno colto l'occasione e si sono uniti a un Lending Circle.

Il programma è stato un successo. Sia Jasmine che Pasha hanno iniziato senza alcuna storia di credito - non insolito per i 18enni. Ora entrambi hanno un punteggio di credito superiore a 650, che è 30 punti più alto della media dei Millennial.

Ma un Lending Circle è più di uno strumento di costruzione del credito - è simile a un corso intensivo di gestione del denaro: i partecipanti devono risparmiare per un obiettivo, ripagare un prestito, pianificare in anticipo e gestire le transazioni di pagamento automatico.

Grazie a Lending Circles, Jasmine e Pasha non devono imparare a conoscere il credito nel modo comune - facendo errori che sono difficili da invertire. Sono stati in grado di costruire il loro credito in modo sicuro, e con esso, di costruire le basi per un futuro di sicurezza finanziaria.

L'obiettivo finale di Game Theory Academy è quello di fornire ai giovani le conoscenze e la fiducia di cui hanno bisogno per navigare in quelle che sono spesso mistificanti e ad alta posta in gioco decisioni finanziarie.

Lending Circles sta ancora guadagnando trazione tra i giovani del GTA. Ma in poco tempo, il programma è già andato molto lontano per approfondire i servizi di capacità finanziaria dell'organizzazione. I moduli di educazione finanziaria esistenti della GTA espongono i giovani ad argomenti che non imparano a scuola, e il Lending Circles fornisce l'opportunità di mettere in pratica ciò che imparano.

Jasmine ora studia matematica al Chabot College, lavora in un famoso ristorante nell'Uptown di Oakland e fa lo stagista con una contabile. Pasha ha un ruolo negli affari comunitari con una società di costruzioni e studia al Merritt College. Si stanno diplomando alla Game Theory Academy con quello di cui ogni giovane adulto ha bisogno e che merita: forti competenze in campo finanziario e strategico, un'ampia formazione per la preparazione al lavoro, una solida esperienza lavorativa e un fantastico punteggio di credito.

Come la maggior parte di noi, non sanno esattamente cosa c'è dopo. Ma sono ben preparati per qualsiasi cosa possa essere.

***

Jasmin Dial, l'autrice di questo post, ha gestito il coinvolgimento degli studenti alla Game Theory Academy dal 2014-2016, compreso il lancio e l'implementazione di Lending Circles. Ha conseguito una laurea presso l'Università della California a Berkeley e attualmente studia politiche pubbliche all'Università di Chicago.

Sonia: Una futura proprietaria di casa a Chicago


Costruire credito e comunità attraverso Lending Circles al Resurrection Project

Sonia è arrivata a Chicago da Porto Rico un anno fa con la speranza di voltare pagina. Come risultato di un divorzio difficile, il suo rapporto di credito era costellato di macchie.

Un basso punteggio di credito e un debito considerevole impedivano a Sonia di accedere a opzioni di prestito accessibili e di raggiungere un importante obiettivo personale: acquistare una casa.

Nella sua ricerca di una soluzione, Sonia ha scoperto la mia organizzazione, Il progetto Resurrezione (TRP), in un giornale locale. Apprese che TRP forniva Lending Circles e si interessò a questa opportunità di ristabilire il suo credito, tanto che non le dispiacque fare un viaggio in autobus di 45 minuti dal lato nord di Chicago al nostro quartiere del lato sud per incontrarmi.

Come tutti i partecipanti al Lending Circles che vengono a TRP, Sonia ha iniziato incontrandomi uno a uno per una sessione iniziale di coaching finanziario. Insieme, abbiamo esaminato il suo reddito mensile, il suo budget e la sua storia di credito, e abbiamo scoperto diverse discrepanze sul suo credito rapporto. Mentre completavamo la sua domanda Lending Circles, ha contattato gli uffici di credito per affrontare e risolvere queste incongruenze.

Alla sua formazione Lending Circles in aprile, Sonia è diventata membro di I Ganadores-I vincitori". Come il nome implica, Sonia ha da allora ottenuto diverse piccole vittorie, che la portano più vicina al suo obiettivo finale di ricostruire il suo credito e diventare proprietaria di una casa.

Dalla partecipazione al Lending Circles di TRP, Sonia ha aumentato il suo punteggio di credito di 65 punti, diminuito il suo debito di quasi $7.000, e aumentato i suoi risparmi di $1.000.

Da quando si è unita a Los Ganadores, Sonia non solo ha fatto passi significativi nelle sue finanze personali, ma ha anche guadagnato una nuova amica. Sonia e Alicia, un'altra partecipante, si sono incontrate alla loro formazione Lending Circles e hanno stabilito una bella amicizia. Un aspetto meraviglioso del programma Lending Circles di TRP è il senso di comunità che i partecipanti formano, sia all'inizio del cerchio che oltre. Alicia e Sonia hanno formato uno stretto legame attraverso il loro Lending Circle. Alicia ora fa la volontaria nella dispensa alimentare della chiesa di Sonia e si è persino unita a Sonia al suo matrimonio lo scorso maggio.

Sonia ha intrapreso il viaggio per costruirsi una nuova vita a Chicago, e siamo così felici di sostenerla nel raggiungimento del suo obiettivo. Sonia racconterà la sua storia con le sue parole al prossimo Brunch Lending Circles di TRP, dove tutti i nostri partecipanti si riuniscono per condividere le loro esperienze e celebrare i loro risultati.

Circa l'autore: Madeline Cruz è un Senior Financial Coach presso The Resurrection Project (TRP), che offre coaching finanziario, educazione del proprietario di casa, supporto all'imprenditorialità e servizi per l'immigrazione a Chicago, IL. E' una delle relatrici del pannello "True Heroes: Engaging Clients in the Digital Age" al Vertice 2016 Lending Circles.

La libertà di muoversi: il mio viaggio DACA


Come DACA mi ha dato l'opportunità di aiutare gli altri e far valere i sacrifici dei miei genitori.

Prima che la Deferred Action for Childhood Arrivals (DACA) fosse annunciata nel 2012, ho passato tutto il mio tempo a fare volontariato mentre ero iscritta al community college. Quando rifletto su quel periodo, penso che avevo bisogno di uno sfogo per tutta l'energia che avevo come studente. I miei genitori hanno sempre sostenuto l'importanza di cogliere ogni opportunità - loro stessi hanno fatto i bagagli non una, ma due volte, dalla loro patria natale di Guangzhou, in Cina, per trasferirsi a Sonora, in Messico (dove sono nato!) e poi dal Messico a Los Angeles, in California, sacrificando così tanto in quegli anni come immigrati per seguire il percorso che avrebbe aperto il futuro migliore per me e mio fratello.

Tuttavia, il Comma 22 era che, poiché la mia famiglia non ha documenti, molte opportunità non erano disponibili per noi mentre navigavamo nella vita negli Stati Uniti.

Ho affrontato barriere istituzionali che mi hanno impedito di raggiungere ciò che i miei genitori avevano sognato per i loro figli: opportunità illimitate, purché ci si impegni e si lavori. Hanno fatto lavori sottobanco per $3-4 all'ora per mantenere la famiglia e assicurarsi che io e mio fratello potessimo concentrarci sulla nostra istruzione - qualcosa che credevano avrebbe permesso a noi, la prossima generazione, di creare vite migliori per noi stessi. Hanno lavorato duramente per cambiare il corso del futuro per noi, e quei sacrifici hanno creato in me un'energia frenetica per realizzarlo. Facevo volontariato da qualche parte quasi ogni giorno, compresi i fine settimana. Questo non vuol dire che il tempo non fosse prezioso: al locale soccorso per animali, al rifugio per i senzatetto, all'ospedale, alla biblioteca e al museo d'arte asiatica, ho scoperto di avere una passione per la comunità e ho potuto mettere a frutto la mia energia.

Volevo essere parte di qualcosa, lavorare e contribuire alla mia comunità.

Sono diventato molto coinvolto nel museo, e il mio ruolo di volontario è cresciuto fino a diventare fondatore e facilitatore del loro programma estivo college/museo. Un giorno, il mio supervisore mi chiese quando mi sarei laureata per vedere quando avrebbero potuto assumermi nello staff del museo. In quel momento, e in molti altri momenti come quello, mi sentivo vulnerabile e guardavo come porte apparentemente alla mia portata venivano chiuse prima che potessi approfittarne. Ero senza documenti e non potevo lavorare legalmente negli Stati Uniti, quindi non potevano assumermi e compensarmi per il mio lavoro. Non sapevo nemmeno se mi sarei mai laureata, dato che non potevo ricevere aiuti finanziari federali, e trasferirmi in un'università di quattro anni era finanziariamente fuori portata. Era estremamente difficile combattere la sensazione che i miei sforzi a scuola e il mio lavoro di volontariato fossero inutili.

DACA ha cambiato tutto.

L'annuncio placò gli anni di notti insonni di mia madre che provava frustrazione e senso di colpa per il nostro status - era coraggiosa per se stessa e per i suoi sacrifici, ma quando si trattava dei suoi figli, non poteva sopportare di vederci così in stallo. I miei genitori scroccarono $465 per la tassa di iscrizione, tirarono fuori tutti i documenti che avevano così diligentemente conservato, e mi spinsero a fare domanda velocemente. Sono stato approvato per DACA pochi mesi dopo. Quasi immediatamente, la strada è stata liberata dalle cose che mi impedivano di andare avanti. Poiché il CA Dream Act è passato poco dopo, ho potuto ricevere aiuti finanziari. Ho finito i miei requisiti per il trasferimento mentre lavoravo due volte (finalmente avevo un numero di previdenza sociale!), e ho ottenuto la mia patente/identità. Ha avuto un impatto enorme sul mio stato psicologico quando sono stata in grado di raggiungere gli amici nei posti in cui si doveva fare la carta d'identità, quando ho ricevuto questa piccola carta che indicava semplicemente e ufficialmente il mio nome e la mia data di nascita.

Ora avevo la libertà di muovermi. E l'ho fatto, laureandomi la scorsa primavera all'Università della California a Santa Cruz con una laurea in antropologia.

Dopo essere stata coinvolta nel movimento studentesco Dreamer, aver appreso le cause della disuguaglianza attraverso i miei studi e aver fatto stage presso organizzazioni non profit, sono costretta a guidare i DREAMer e gli immigrati fuori dall'ombra. Mi ha portato a riflettere davvero sulla domanda: cosa potrebbero essere le persone se non avessero barriere istituzionali o economiche? Ho visto la stessa situazione per così tante persone che lavorano duramente ma non sembrano mai in grado di recuperare - sia che si tratti di lavoratori a ore, sia che si tratti di individui precedentemente incarcerati, o di coloro che si trovano dall'altra parte del divario razziale della ricchezza. Quindi come possiamo aprire più porte con i programmi già esistenti? Attraverso la mia esperienza personale e le esperienze dei miei coraggiosi compagni senza documenti e delle loro famiglie, posso vedere in prima persona l'impatto che politiche come DACA possono avere come almeno una soluzione. Permettendo ai bambini arrivati di lavorare, guidare e vivere senza paura della deportazione, DACA ci permette di perseguire i nostri sogni e aspirazioni.

Nonostante la deludente notizia che DAPA e DACA+, che avrebbero dato sollievo ad altre migliaia di persone, continuano ad essere bloccati dalla Corte Suprema, penso che ci sia del lavoro da fare per assicurarsi che DACA benefici il maggior numero possibile di persone idonee.

Lavorare al Mission Asset Fund (MAF) oggi, dopo quello che ho passato, è come chiudere il cerchio. Ho avuto l'esperienza di essere esclusa, ma poi sono diventata inclusa grazie a programmi come DACA. Ora sono legalmente in grado di lavorare in un'organizzazione come il MAF, che si occupa di coloro che hanno più bisogno. MAF è un'organizzazione senza scopo di lucro che fornisce alla comunità prestiti sociali per la costruzione del credito e assistenza finanziaria per le domande di cittadinanza e DACA. MAF è un luogo dove le persone sono trattate con rispetto, indipendentemente dal loro status economico, di immigrazione o di lingua. Per me, lavorare al MAF significa che il mio lavoro ha un impatto diretto e tangibile.

Al MAF, sto aiutando le persone che lavorano duramente ad uscire dall'ombra e a far parte di qualcosa, come io stesso avevo disperatamente desiderato prima di DACA.

Questo post è stato scritto da Diana Wong, DREAMSF Fellow al Mission Asset Fund

Celebrare le tante mamme della nostra comunità


Questa festa della mamma, stiamo celebrando tutte le "mamme MAF" che lavorano duramente per creare una vita migliore per le loro famiglie attraverso Lending Circles.

Questa domenica è un giorno dedicato alle madri forti, sagge, generose e premurose nelle nostre vite. Nello spirito della festa della mamma, stiamo celebrando alcuni clienti MAF che stanno lavorando duramente per costruire un brillante futuro finanziario per le loro famiglie.

Tre generazioni di chef

Per GuadalupeLa cucina messicana autentica è sempre stata un affare di famiglia. Da ragazza, lei e sua madre preparavano le tortillas più gustose da zero, e ora lei e le sue figlie fanno lo stesso. Ha usato il suo prestito Lending Circles per comprare attrezzature e aiutare a pagare un furgone per espandere la sua attività di catering, El Pipila - che gestisce con sua figlia per mantenere la famiglia.

L'ultima volta che abbiamo condiviso la storia di Guadalupe nel 2014, sognava di aprire un piccolo stand gastronomico. Ora, è una venditrice di cibo a La sala a San Francisco e un camioncino di cibo regolare ai festival della Bay Area. La famiglia di Guadalupe è la chiave del suo successo. "Lo faccio per le mie figlie. Voglio assicurarmi che nessuna di loro debba lavorare per qualcun altro se non per se stessa".

Una mamma in missione

Helenuna madre single del Guatemala, è venuta alla MAF con un semplice sogno: avere una casa sicura per i suoi figli. Siccome non poteva permettersi il costoso deposito cauzionale e non aveva un punteggio di credito, non aveva altra scelta che affittare camere in appartamenti condivisi - incluso uno con famiglie che vivevano nei corridoi.

Dopo essersi unita a un Lending Circle, Helen ha risparmiato abbastanza per un deposito cauzionale e ha costruito il suo punteggio di credito. Ora, ha il suo appartamento con tre camere da letto per le sue figlie, e sogni ancora più grandi.

Preparare i cupcake con il sostegno del figlio

ElviaIl figlio della signora ha acceso la sua passione per la pasticceria con una semplice domanda: "Mamma, cosa ti piace fare di più?". Dopo aver costruito una reputazione per avere i migliori dolci alle feste, la sua famiglia e gli amici hanno incoraggiato Elvia ad avviare una panetteria.

Ha usato un prestito di $5.000 dal MAF per investire in un frigorifero, una licenza commerciale e una serie di necessità per far crescere la sua panetteria, La Luna Cupcakes. Ora ha un negozio di cupcake nella Crocker Galleria di San Francisco, e i suoi figli continuano ad essere la sua stella polare. "Ho sempre insegnato loro che se volete qualcosa, potete farlo! Credete nel vostro sogno!"

Grazie a Lesley Marling, il nuovo Partner Success Manager di MAF, per il suo contributo a questo post.

Scuola di legge e tamales: DACA apre le porte a Kimberly


Con l'aiuto di Lending Circles for DACA, Kimberly sta finendo la sua laurea e preparando le sue domande per la scuola di legge - il tutto mentre aiuta sua madre e sua sorella a far crescere la loro azienda familiare di tamale.

È difficile non notare il chiosco di tamale di Ynes.

Nelle mattine dei giorni feriali in un tranquillo quartiere di Oakland, si trova tutta l'energia di un mercato di strada racchiusa in un piccolo carrello di cibo. "Stavo per fare colazione dall'altra parte della strada, poi vi ho visti tutti!" ha gridato uno dei clienti abituali di Ynes mentre si avvicinava al carrello.

Da anni Ynes e le sue figlie, Kimberly e Maria, vengono nello stesso posto a servire autentici tamales messicani. Ynes e suo marito si sono trasferiti a Oakland da Cabo San Lucas 20 anni fa per creare una nuova vita, con più opportunità per le loro giovani figlie.

Fin da piccola, Kimberly era determinata a sfruttare al massimo queste opportunità.

Kimberly è una delle molte migliaia di giovani che hanno usato Azione differita per gli arrivi di bambini (DACA) per frequentare il college e assicurarsi un lavoro. E lei è una delle centinaia che hanno usato Lending Circles per i DREAMers per finanziare le loro domande DACA.

Ma prima di DACA, molte porte erano chiuse per lei.

Da bambina, Kimberly ha lavorato duramente a scuola e alla fine si è diplomata con i voti necessari per andare in un'università di 4 anni. Ma poiché non era nata negli Stati Uniti, non aveva diritto ad aiuti finanziari e nemmeno a tasse universitarie statali. Invece, si è iscritta a un college comunitario locale che poteva permettersi di pagare di tasca propria.

Una sera, Kimberly ha visto un segmento su Univision che avrebbe cambiato tutto: un profilo di una no-profit locale che fornisce prestiti sociali per aiutare gli immigrati a costruire il credito e fare domanda per DACA. Sperando che questa potesse essere la chiave per la scuola dei suoi sogni, è venuta nel nostro ufficio per saperne di più.

Due anni fa, Kimberly si è unita al suo primo Lending Circle.

Subito dopo, ha trovato estremamente utile l'addestramento alla gestione finanziaria del MAF. "A scuola ti insegnano a fare problemi di matematica e a scrivere documenti, ma non ti insegnano il credito", ha detto. Poi, con il suo prestito Lending Circles e un $232.50 partita dal consolato messicano di SFHa fatto domanda per DACA ed è stata presto approvata.

Il suo nuovo status ha eliminato le barriere che la trattenevano dai suoi sogni.

Kimberly poté finalmente accedere agli aiuti finanziari di cui aveva bisogno per trasferirsi alla San Francisco State University. È stata assunta per due lavori part-time. E con un credito migliore, ha ottenuto un prestito per comprare nuove attrezzature per l'attività di famiglia: tavoli, sedie e tettoie per permettere ai clienti di sedersi e socializzare.

Oggi, Kimberly sta finendo la sua laurea in scienze politiche alla SFSU - e il suo secondo Lending Circle.

Sta restituendo alla sua comunità facendo volontariato all'East Bay Sanctuary Covenant, un'organizzazione che sostiene i rifugiati e gli immigrati nella Bay Area. Sta anche studiando per il LSAT e preparando le sue domande per la scuola di legge, lavorando per una carriera nell'immigrazione e nel diritto di famiglia.

E per tutto il tempo, aiuta sua madre a far crescere l'attività di carrello alimentare di famiglia.

Kimberly e sua sorella Maria sono ancora al fianco della madre e servono tamales a una clientela sempre più numerosa. Qual è il prossimo passo per l'azienda di famiglia? Con una storia di credito migliorata, stanno cercando un prestito più grande per espandere le loro operazioni con un secondo carrello alimentare. Infine, Ynes sogna di aprire un ristorante per portare i suoi deliziosi tamales a un numero ancora maggiore di clienti desiderosi e affamati.

Sandra: un'artista-imprenditrice dà vita alla sua visione


Il viaggio di Sandra - e i suoi sogni - rappresentano la forza della comunità di Mission.

Lo stile creativo di Sandra è tutto suo, ma la sua storia parla di un'intera comunità. È una degli artisti e imprenditori visionari che il Mission District di San Francisco ha coltivato per generazioni. Con FriscolitasCon la sua attività di serigrafia mobile, ha trasformato il suo mestiere in una carriera. E con l'aiuto di Lending Circles di MAF per il businessha costruito le basi di cui ha bisogno per portare Friscolitas al livello successivo.

Ma tutto è iniziato nella sua città natale di Zacatecas, in Messico.

Il viaggio

Sandra aveva solo 12 anni quando sua madre, un genitore single di Zacatecas, prese la coraggiosa decisione di trasferirsi a San Francisco, spinta dalla promessa di una vita migliore. Venire dal Messico alla Missione è stata una transizione difficile sia per la madre che per la figlia, ma non si sono mai pentite della loro scelta. Grazie al sostegno di sua madre, Sandra ha prosperato nella sua nuova casa.

Sognare in grande

Sandra ha sempre avuto il desiderio di cambiare il mondo in grande stile. Con un'etica del lavoro che corrispondeva alle sue ambizioni, ha ottenuto 3 lauree alla San Francisco State University. Dopo la laurea Sandra ha iniziato una carriera come assistente sociale, ma la sua mente curiosa era sempre alla ricerca di nuove aree da esplorare. Ha assistito ai cambiamenti demografici del suo quartiere e ha preso nota delle forze che rimodellavano la sua comunità. Sapeva di voler mantenere vivo il sapore unico della Missione e contribuire con qualcosa di suo alla sua cultura.

Friscolitas: Missione sollevata

Il suo interesse per la serigrafia è iniziato con una sessione di brainstorming - non su potenziali opportunità di business, ma su idee per regali poco costosi che poteva dare alla sua famiglia. Nell'inverno del 2011, Sandra si è rivolta ad amici della sua rete che potevano aiutarla a dare vita ai disegni che, fino ad allora, esistevano solo nella sua immaginazione. Il risultato: bellissime magliette decorate con il caratteristico "Calacas" (teschi) dei Dia de los Muertos di Sandra, che sorride con orgoglio missionario.

Quella che era iniziata come un'idea regalo fai-da-te è diventata un'impresa commerciale per questa imprenditrice. Ora porta le sue magliette alla comunità nelle gallerie d'arte locali,
ristoranti, concerti e festival. Friscolitas ha una clientela crescente, attratta dal suo stile artistico unico e dalle sue autentiche radici missionarie. Nonostante questa crescente domanda, Sandra ha incontrato un ostacolo. Ha lottato per assicurarsi un prestito commerciale accessibile a causa di un basso punteggio di credito.

È stato allora che ha trovato la MAF.

Attraverso il nostro programma Lending Circles for Business, Sandra ha spinto il suo punteggio di credito oltre 800, aumentando la sua fiducia e dandole accesso a prestiti commerciali con termini molto migliori. Il suo prestito sociale a tasso zero sta finanziando un sito web Friscolitas in modo che Sandra possa finalmente mostrare il suo lavoro online e raggiungere un pubblico ben oltre il suo quartiere.

I clienti lasciano Friscolitas con più di una maglietta. Come dice Sandra, "si portano dietro la sua arte", tornando nel mondo con un'espressione della loro identità condivisa. E non c'è simbolo migliore del potere della cultura della Missione e dei legami della sua comunità.

Dejando pasar oportunidades: mi vida antes de la ciudadanía


Il mio camino da Soñadora a Ciudadana, e ora aprovechar todas las oportunidades gracias a Lending Circles para Ciudadanía

Le persone generalmente festeggiano il loro primo anniversario con la carta, ma a me piace fare le cose a modo mio. Io festeggio i miei 14 anni di vita negli Stati Uniti con la carta: con la forma N-400. Questa forma è una promessa che mia madre ha fatto diventare realtà. È un'opportunità per ottenere la mia cittadinanza negli Stati Uniti. Con molta gioia ed emozione, con un piccolo pacchetto che comprendeva la forma N-400, le mie foto, un passaporto e un assegno, ho iniziato la mia procedura per convertirmi in cittadina degli Stati Uniti il primo di aprile. Questo semplice pacchetto di documenti significava tutto il mondo per me. Era il mio sforzo, lo sforzo di mia madre, lo sforzo delle mie sorelle e la promessa di un futuro migliore.

La mia storia di emigrazione riguarda tanto mia madre quanto me.

Mia madre ha sacrificato molte cose per portarci qui e si è scontrata con molti ostacoli per farci nascere in un luogo che, in quel momento, era estraneo a lei. Mia madre ha lasciato El Salvador a causa di un matrimonio violento, lasciando i suoi figli e la sua vita come infermiera a casa per l'ultimo tentativo di sopravvivere. Ha abbandonato la sua famiglia, il suo lavoro e la vita che conosceva per permetterci di avere qualcosa di meglio; più di quello che lei poteva darci.

Yo dejé El Salvador dos años después de mi madre cuando tenía 11 años, con la promessa de que mis hermanas y yo nos reuniríamos con ella e iríamos a Disneyland (la mayoría de los niños inmigrantes que conozco vienen con esa promesa, aunque no hemos podido realizar ese viaje... aún).

¡En vez de Disneyland y estrellas de cine vine a vivir en el pintoresco Oakland, CA, que también está genial!

Anche se il nostro primo appartamento era piccolo e vuoto, era pieno di amore e di risate. Anni dopo sono andato a San Francisco, dove ho potuto godere di risate. Ma queste radici non sono riuscite ad introdursi così profondamente nel suolo come avrei voluto.

È stato nella mia adolescenza quando ho capito veramente cosa significava essere indocumentata. Durante la preparazione, ho perso molte opportunità a causa del mio stato migratorio. Non potevo andare con un gruppo di ragazze che visitavano Washington D.C. perché ero molto responsabile per la scuola. Non ho potuto fare domanda per i pasantías per aumentare la mia esperienza perché non avevo un numero di Seguro Social.

E poi hai dovuto rinunciare a un'opportunità unica nella tua vita.

Ero pieno di curiosità e desideravo esplorare la mia nuova casa, ma il fatto di essere immigrato mi limitava a esplorare solo la California. A quell'epoca, nessuno, a parte i miei più cari amici, sapeva che ero irregolare. Ero l'unica della mia classe in questa situazione e temevo di dover spiegare la ragione *verdadera* per cui avevo perso tante grandi opportunità.

Poi ho dovuto rinunciare all'opportunità di andare all'Università della California a Los Angeles perché costava molto e non potevo ottenere un sussidio per gli studenti. Nel 2006, quando si trattava di decidermi per un'università, c'erano poche risorse per gli studenti indocumentati. Avevamo l'AB540 che ci permetteva di pagare la tassa di iscrizione all'università, ma non potevamo beneficiare di Cal Grants o di aiuti finanziari federali come le mie amiche cittadine. Così ho finito di studiare all'Università Estatale di San Francisco e ho potuto terminare l'università grazie a borse di studio come la Chicana Latina Foundation Scholarship che non richiedeva un numero di assicurazione sociale per poter essere riconosciuta.

Ha impiegato più di due anni per superare gli ostacoli all'immigrazione per essere residente negli Stati Uniti, cosa che non si può dire della ligera.

Per poterti convertire in cittadino degli Stati Uniti, devi aspettare cinque anni dopo essere stato residente per poter fare domanda. Un anno fa, anticipando il nostro quinto anniversario di residenza negli Stati Uniti, ho invitato mia madre e mia sorella a unirsi a Lending Circle per Ciudadanía. Ho scoperto questo programma durante il mio soggiorno all'Istituto Cesar Chavez dell'Università Estatale di San Francisco. Stavo lavorando come assistente agli studenti, raccogliendo questionari per una valutazione accademica su pratiche finanziarie de individuos en el distrito de la Misión.

Mentre lavoravo per la scuola, ho sentito parlare dei diversi programmi che offre MAF; uno di questi è Lending Circles per la cittadinanza. Ci siamo iscritti per evitare che il denaro necessario per la richiesta di cittadinanza non ci venga sottratto. Per noi tre, è costato più di $2,000 solo per fare domanda. Con l'aumento dei costi di vita a San Francisco, è diventato più difficile per mia madre stare al giorno con l'affitto e allo stesso tempo sostenere la carriera universitaria di mia sorella. Il programma ci ha aiutato a risparmiare denaro ogni mese per questa importante applicazione. Sapevamo che il nostro denaro era al sicuro con il programma di Lending Circle e che lo avremmo avuto a disposizione una volta che fossimo stati in lista per fare domanda.

Nel programma Lending Circle, ognuno di noi ha pagato mensilmente $68 per dieci mesi per poter coprire $680 del costo della richiesta di cittadinanza.

Essere residente è stata una grande gioia. Ho ottenuto un lavoro che mi piace e ho viaggiato in luoghi con i quali avevo solo sognato. Lending Circles mi è piaciuto così tanto che ho capito che volevo far parte della MAF. È stato emozionante unirmi al personale del MAF nell'estate del 2014 come coordinatore dei programmi. Il mio lavoro mi permette di aiutare persone con storie simili alla mia. Vedo in loro le difficoltà e le opportunità della mia esperienza come indocumentata negli Stati Uniti e voglio essere qui per aiutarli nel loro cammino. Ora che sono in procinto di convertirmi in ciudadana, sono particolarmente emozionata di poter esprimere il mio voto alle elezioni presidenziali del 2016; ¡aquí voy!

Ho inviato la mia domanda di cittadinanza il primo aprile di quest'anno e sono in attesa di continuare il processo di intervista e giuramento. Sto incoraggiando mia madre a fare lo stesso, mantenendola ogni giorno con le feste di cittadinanza al centro della città, preparandola per le domande dell'intervista e aiutandola in modi chic ma costanti (come installare un'applicazione mobile di cittadinanza nel suo telefono per poter studiare). Il mio obiettivo è che lei si apra alla fine di questo mese.

Voglio fare tutto il possibile per aiutare mia madre nel suo cammino verso la ciudadanía; così come lei ha fatto molto per aiutare le mie sorelle e me.

Per me, emigrazione significa opportunità. Significa supervivencia. Significa lasciarsi alle spalle la violenza e il dolore di una casa distrutta per creare nuovi ricordi ed esperienze in un luogo che puoi chiamare il tuo paese. La vita negli Stati Uniti mi ha dato molte opportunità, ma ha anche significato una buona dose di lotta.

Dalle mie prime memorie di vivere in un appartamento aperto con le mie sorelle e mia madre, passando per le ombre per 9 anni a causa del nostro stato migratorio e arrivando fino alla mia intervista finale per la cittadinanza. Alla vista di tutto questo celebro, mi animo e suono.

Questa celebrazione non è solo per me. Questa celebrazione è per tutti coloro che hanno combattuto e lottato per resistere agli ostacoli, alle bocche da fuoco, ai soprusi, nel loro cammino per trovare la pace e una vita migliore per le loro famiglie. Queste vittorie e lotte mi hanno avvicinato di più a mia madre, alle mie sorelle e a trovare una vita migliore per me come cittadina degli Stati Uniti. Ora, mentre faccio il passo finale, rifletto sul lungo e difficile cammino, sul ruolo con cui celebro il mio anniversario e sulla mia imminente cittadinanza.

Se conosci qualcuno che potrebbe utilizzare Lending Circles per la Ciudadanía, chiedigli di iscriversi oggi a LendingCircles.org.

Rosa: La lunga strada verso la cittadinanza


L'ottenimento della cittadinanza statunitense porta una nuova fase nella vita di Rosa Romero.

Dopo una carriera di una vita come insegnante in El Salvador, Rosa ha deciso di trasferirsi negli Stati Uniti. Dopo che sua sorella ha ottenuto i documenti per l'alloggio, Rosa ha lasciato i suoi figli, gli studenti e la sua vita per prendere e trasferirsi il 23 luglio 2009 - una data che si procura senza un attimo di esitazione. A quasi 5 anni da quella data, è felice di dire che ora vive a San Francisco come cittadina statunitense.

L'infanzia di Rosa rende abbastanza chiaro che lei è disposta a seguire i suoi sogni, non importa quello che gli altri possono pensare. 

Cresciuta a El Salvador con sua nonna e sei fratelli, Rosa ha vissuto una vita umile. Sua nonna possedeva mucche e capre e produceva panna acida e formaggio dal loro latte. Rosa vendeva questi prodotti al mercato locale.

Anche se sua nonna sperava che diventasse un'infermiera, Rosa si rese conto molto presto che la sua avversione alla vista del sangue avrebbe potuto renderla impossibile. Lei, invece, immaginava una vita da insegnante.

Dopo 25 anni di carriera come insegnante di scienze al liceo, può dire di aver realizzato il suo sogno.

Ancora oggi, i suoi ex studenti la fermano per strada o le mandano messaggi su Facebook ringraziandola per tutto quello che ha insegnato loro. Questi momenti hanno costituito alcuni dei suoi momenti preferiti come insegnante. I suoi due figli, che risiedono ancora a El Salvador, hanno imparato ad amare le loro carriere di imprenditore e di capitano dell'esercito.

Rosa ha trovato la sua strada verso il MAF grazie a sua sorella, che era una cliente di MEDA e stava ricevendo supporto per lanciare la sua attività. Sua sorella ha sentito parlare del programma Lending Circles e ha pensato che sarebbe stato il modo perfetto per Rosa di risparmiare i soldi necessari per la domanda di cittadinanza.

La decisione di unirsi al programma Lending Circles è stata relativamente facile per Rosa.

Aveva familiarità con il concetto avendo preso parte a circoli di prestito informali a El Salvador con i suoi colleghi insegnanti. È stato ancora più facile unirsi ad un Circolo di Prestito alla MAF quando ha saputo della forte storia di successo dei suoi membri.

Rosa ha creduto così tanto nel potere del Lending Circles che si è unita ad un altro prima ancora di finire il suo primo e ha fatto parte di 5 in totale nel tentativo di costruire continuamente il suo credito.

Il programma Lending Circles alleggerisce gli oneri finanziari per diventare un cittadino degli Stati Uniti, permettendo ai partecipanti di costruire il loro credito mentre fanno pagamenti mensili verso l'alta tassa di applicazione $680. Una volta che i partecipanti sono pronti a fare domanda, ricevono un assegno intestato al Dipartimento della sicurezza interna degli Stati Uniti. Per Rosa questo significava che poteva concentrare la sua attenzione su tutti gli altri aspetti difficili del processo; il più grande dei quali era la barriera linguistica. Rosa ha studiato per l'esame d'inglese per oltre un anno. Tutto questo sforzo era per un colloquio che sarebbe durato solo 10 minuti.

Subito dopo l'intervista, Rosa ha saputo che era stata promossa e che sarebbe diventata cittadina. Dopo aver sentito la notizia, ha ringraziato Dio per questa opportunità e ha sentito un'ondata di felicità su di lei. Con la sua cittadinanza statunitense, ora può viaggiare liberamente in El Salvador, riducendo la pressione sulle sue visite alla famiglia.

La storia di Rosa esemplifica perfettamente il carattere dei nostri membri. Le abbiamo mostrato la porta e lei ha avuto la forza di attraversarla.

MISSION ASSET FUND È UN'ORGANIZZAZIONE 501C3

Copyright © 2022 Mission Asset Fund. Tutti i diritti riservati.

Italian