Claudia: diventare un cittadino degli Stati Uniti


Dal Messico a San Francisco, questa stilista ha seguito il suo sogno ed è una nuova orgogliosa cittadina statunitense

C'era un brusio di eccitazione nella folla seduta nella balconata del Paramount Theater di Oakland. Famiglie e amici sorridenti sventolavano bandiere americane e bambini eccitati stringevano mazzi di fiori. Era proprio come una cerimonia di laurea con certificati che cambiano la vita e oratori che si congratulano. Ma questa era una cerimonia di cittadinanza. Tra pochi istanti, tutti quelli che si trovavano al piano di sotto sarebbero stati cittadini statunitensi.

L'ufficiale dell'immigrazione sul palco ha detto ai futuri cittadini: "Questo paese è un posto migliore grazie al vostro talento, carattere e personalità. Grazie per aver scelto gli Stati Uniti".

Claudia Quijano stava orgogliosamente in piedi con altri 1.003 immigrati provenienti da 93 paesi d'origine ad ascoltare il discorso. Ad ogni persona è stato chiesto di alzarsi quando il suo paese d'origine è stato chiamato, a quel punto il pubblico ha applaudito fino a quando tutti gli aspiranti cittadini erano in piedi. Il melting pot dell'America era proprio qui, in questa stanza, insieme al Guatemala, all'Egitto, alla Germania, al Sudafrica.

La cerimonia è stata caratterizzata da messaggi video dell'ex segretario di Stato Madeleine Albright e del presidente Obama che davano il benvenuto ai nuovi cittadini nel paese e sottolineavano il significato di questo privilegio e dovere. L'oratore principale era un giudice dell'immigrazione e figlia di immigrati armeni e finlandesi, che ha parlato di impegno civico e di servire il proprio paese.

Il viaggio di Claudia è iniziato 9 anni fa, nell'agosto 2004, quando è emigrata da sola dal Messico a Santa Rosa. Ha chiesto asilo politico e si è trasferita a San Francisco poco dopo. Tornata in Messico, Claudia ha studiato in una scuola di bellezza e si è appassionata alla colorazione dei capelli. Ha iniziato a fare lo styling nel 1987 e ha avuto il suo salone nel 1991. Sognava di trovare il successo negli Stati Uniti, ma sapeva che avrebbe dovuto competere con tanti altri immigrati e cittadini americani.

"È incredibile. Per me, è un giorno molto importante. Rappresenta l'obiettivo più importante per me nella mia vita", ha detto.

Quando Claudia è arrivata negli Stati Uniti per la prima volta, ha avuto problemi ad ottenere i documenti giusti per la residenza legale. Ha trovato un avvocato che l'ha aiutata a diventare un residente permanente, ma poi ha scoperto che era ancora difficile per lei assicurarsi il tipo di lavoro che voleva perché non era una cittadina. Ma Claudia non si è scoraggiata.

Lavorava come parrucchiera in un salone nel Mission District quando ha saputo del Mission Asset Fund e del Lending Circles per il programma Cittadinanza, che ha messo in contatto gli aspiranti cittadini con le risorse e l'accesso ai finanziamenti per la tassa di richiesta della cittadinanza $680. È stata sopraffatta da quanto il MAF sia stato in grado di fornirle le informazioni di cui aveva bisogno.

"Tutti lì erano sempre felici e mi hanno aiutato molto", ha detto con un sorriso.

Nel gennaio 2014, Claudia si è unita a un Lending Circle per la Cittadinanza e ha ricevuto l'assegno per la quota di iscrizione $680. Ha descritto il processo di applicazione come "facile" grazie al coinvolgimento e al sostegno del MAF e di altre organizzazioni non profit.

Claudia è entusiasta di molti benefici che verranno come cittadino, ma l'opportunità di votare è il numero uno.

"Ci sono molte responsabilità che ora ho", ha detto. "La più importante è che posso votare e migliorare la mia vita".

I candidati hanno recitato l'inno nazionale seguito dal giuramento di cittadinanza e dal giuramento di fedeltà. Il momento è stato emozionante per Claudia.

"Ho quasi pianto durante la cerimonia. La mia parte preferita è stata cantare l'inno con tutti. Stavamo tutti cantando e ci sentivamo felici", ha detto.

Il suo consiglio ad altri immigrati e aspiranti cittadini è di lottare per i propri sogni e non arrendersi.

"Credete in voi stessi e cercate luoghi che vi aiutino", ha detto.

La cerimonia si è chiusa con un coro locale che ha cantato due classiche canzoni popolari americane, "America the Beautiful" e "This Land is Your Land".

L'amica di lunga data di Claudia, Maritza Herdocia, l'ha raggiunta dopo la cerimonia per celebrare il suo risultato. Claudia ha nominato Maritca come principale sostegno per lei negli ultimi otto anni.

Per Claudia, diventare cittadina statunitense significa sbloccare più opportunità. Per anni ha lavorato come parrucchiera, affittando sedie in piccoli saloni di San Francisco. Ma ora che è una nuova americana, è pronta ad affrontare qualcosa di ancora più grande: aprire il suo salone di bellezza.

MISSION ASSET FUND È UN'ORGANIZZAZIONE 501C3

Copyright © 2020 Mission Asset Fund. Tutti i diritti riservati.

Italian