Diana fa scodinzolare la coda con un prestito per piccole imprese


Per Diana, i cani sono molto più che piccole palle d'amore e di peluche

Crescendo in Messico, la madre di Diana trattava i cani come se fossero membri della sua famiglia. Ma quando Diana si è trasferita a San Francisco all'età di 12 anni, la sua famiglia non aveva più lo spazio per ospitare un cane. Desiderava tanto il giorno in cui avrebbe potuto riportare un cane di famiglia nella sua vita, ma è stato solo dopo il college che ha potuto realizzare questo sogno.

Dopo aver studiato interior design al City College, Diana ha iniziato la sua carriera lavorando con un Home Stager. Questo era gratificante perché poteva trasformare qualsiasi casa in un'opera d'arte. Poteva prendere una cucina di tutti i giorni e farla sembrare il set di un programma di cucina di lusso, o un soggiorno renderlo confortevole e accogliente semplicemente sistemando i mobili e la luce.

Quando il mercato immobiliare è crollato nel 2008, nessuno stava cercando di vendere una casa, figuriamoci assumere qualcuno per renderla bella. Il crollo l'ha lasciata senza lavoro e l'ha costretta a ripensare alla sua carriera. È stato allora che Diana ha iniziato a guardare indietro ai suoi ricordi d'infanzia.

"Amo gli animali, ma non ho mai pensato che ci fosse una carriera in essi", ha spiegato Diana.

Diana ha deciso di rischiare e di lanciarsi in una nuova professione per iniziare un lavoro in un asilo per cani. Era stata per tutta la vita la proprietaria di un animale domestico, e adorava il suo bulldog francese come una mamma amorevole, ma non aveva mai fatto qualcosa del genere a livello professionale. Ma ha subito notato alcune limitazioni nel lavoro.

Amava ogni minuto di lavoro con gli animali, ma si sentiva frustrata dalle lunghe ore, dalla bassa paga e dalla limitata mobilità verso l'alto. Di conseguenza, Diana ha iniziato a cercare un modo per diventare il capo di se stessa e si è messa in testa di aprire un'attività di dog walking.

Diana voleva andare in una banca e ottenere un prestito d'affari, ma non poteva. Anche se aveva vissuto negli Stati Uniti per la maggior parte della sua vita, era laureata e aveva un lavoro a tempo pieno, non aveva un punteggio di credito.

"Una volta che ho capito che volevo avviare un'attività, non c'è stato modo di tornare indietro".

Tramite un amico ha sentito parlare di un'organizzazione no-profit locale che poteva aiutarla a creare un business plan e lì è stata in grado di far decollare la sua attività di dog walking. Una delle cose che il business plan le ha insegnato è come trovare la sua nicchia. Diana ha deciso che non voleva solo avere una tipica attività di dog walking. Invece, voleva combinare il suo amore per gli animali con i valori ecologici. Voleva assicurarsi che ogni parte della sua attività fosse ecologica - dai croccantini biologici e i cibi che i cani gradiscono, ai giocattoli di provenienza sostenibile, fino ai sacchetti per i rifiuti biodegradabili.

Nel giro di sei mesi, aveva la sua licenza commerciale e Cane Verde Urbano è nato. Ora accreditata per fornire assistenza agli animali, i suoi servizi ecologici erano pronti a partire nel 2012. I prossimi ostacoli erano costruire il suo punteggio di credito, ottenere più formazione e costruire una base di clienti. Per costruire il suo credito, si è unita a Lending Circles, dove è passata da zero a oltre 650 in pochi mesi. Ha poi trascorso più di 56 ore di formazione in RCP e dog walking per imparare il mestiere. Ed entro la fine del 2013, è stata in grado di ottenere il suo primo cliente. Ma prima che potesse davvero chiamarsi Green Urban Dog, aveva un ultimo ostacolo da superare.

L'ultimo ostacolo di Diana era la sua auto a benzina.

"Spendevo quasi $90 alla settimana solo per il trasporto dei cani attraverso la città", ha detto. Sapeva che poteva risparmiare denaro, e completamente verde la sua attività acquistando un veicolo ibrido. Anche se Diana ora aveva un punteggio di credito, e un reddito sufficiente per fare i pagamenti mensili su un prestito, il suo punteggio era ancora inferiore a prime e quindi non poteva qualificarsi per un prestito auto per una macchina.

Diana è tornata al MAF perché ha sentito parlare di un programma che forniva piccoli prestiti a tasso zero ai proprietari di imprese. Con l'aiuto di MAF, Diana ha ricevuto un microprestito per la sua attività. È stata in grado di acquistare un'auto usata e a basso consumo per portare in giro i cani. Da allora, Diana si è unita a Lending Circle for Business per continuare a costruire il suo credito in modo da poter accedere a prestiti più grandi dalle banche in futuro.

Ora con 12 clienti a tempo pieno, l'attività di Diana sta crescendo rapidamente. Si è specializzata nel lavorare con razze a naso corto come i bulldog inglesi e francesi - una tattica che la aiuta a guadagnare clienti fedeli e a lungo termine. Gestisce anche un "Club Avventura Naso Corto" per i cuccioli che offre attività pensate per le razze a naso corto.

"Dico a tutti quelli che conosco: 'vai all'Mission Asset Fund per un prestito alle piccole imprese'".

Costruire un credito a lungo termine e allo stesso tempo ottenere un prestito commerciale a tasso zero è stata una spinta enorme. Il consiglio di Diana agli aspiranti imprenditori? Andare avanti! Anche se la strada sarà dura e spaventosa, lei crede che "il sole splende per tutti" finché si lavora verso i propri sogni.

Conosci un piccolo imprenditore come Diana a San Francisco? Digli di iscriversi oggi a LendingCircles.org.

MISSION ASSET FUND È UN'ORGANIZZAZIONE 501C3

Copyright © 2020 Mission Asset Fund. Tutti i diritti riservati.

Italian