Quattro anni di possibilità: L'eredità dell'organizzazione sostenuta

L'attacco al Campidoglio è stato orribile. Devastante. Eppure la narrazione che domina il titoli dei giornali è solo un lato di questo mese storico. Quando ribaltiamo il volto decadente dell'odio e della paura, vediamo emergere un altro volto della nostra nazione, fresco come la pioggia e speranzoso come un sogno. Festeggiamo, nonostante la tragedia, perché questo volto vitale è potente e dinamico. Continua a nutrire quelli di noi che credono in un mondo dove tutte le persone possono essere accettate e possono essere amate.

Le vittorie storiche, senza precedenti, monumentali in Georgia ci portano un passo più vicino a quel mondo.

Warnock, il primo senatore nero del Sud, e Ossoff, il primo senatore ebreo della Georgia, rappresentano le speranze di una comunità di sostenitori riccamente diversificata. La loro vittoria assicura che queste speranze potrebbero presto diventare manifeste per quelli dello stato della Georgia, della nazione e, possiamo dire senza iperboli, del mondo intero.

Una vittoria di tale epica conseguenza non è arrivata da un giorno all'altro. È stato invece il culmine di un decennio di sforzi erculei nell'organizzazione guidati dall'inimitabile Stacy Abrams, Deborah Scott, Felicia Davis e molti altri del "prossima iterazione di organizzatori"che tracciano la loro eredità agli eroi dei diritti civili del secolo scorso. Alziamo i nomi di queste donne nere catalizzatrici che alzano le voci di tanti altri, quelli che sono stati dimenticati, negati e lasciati nell'ombra per troppo tempo. 

La loro voce, il loro potere manifesto, è il colpo sentito in tutto il mondo.

Mentre l'amministrazione entrante di Biden / Harris ha un compito scoraggiante davanti a sé, essi saranno in grado di realizzare di più, governare meglio e guidare più audacemente a causa del lavoro di base impostato per loro. In parole povere, anni di diligente, persistente costruzione della base, raccolta di coalizioni, impostazione del tavolo e dedicato organizzando è stato in grado di trasformare uno stato rosso in blu e di sbloccare un intero orizzonte di potenziale progresso.

Non possiamo sprecare questa opportunità. Il MAF chiede di rendere conto delle seguenti promesse politiche nei primi 100 giorni:

Espansione dell'aiuto economico COVID-19

Dare alle persone assistenza in contanti in momenti critici della loro vita può essere trasformativo. Può fare la differenza tra pagare l'affitto per un altro mese o cadere in una spirale discendente di lotta finanziaria. La ricostruzione inizia con la sicurezza finanziaria. COVID-19 ha devastato le finanze delle famiglie, causando effetti a catena di insicurezze economiche in altre aree della loro vita. Le persone hanno dovuto saltare i pasti, rimanere indietro con l'affitto ed evitare di cercare assistenza medica durante una pandemia. Ritardare i soccorsi renderà solo più difficile il recupero delle persone. 

Quando il governo federale ha offerto aiuto, ha escluso 15 milioni di persone a causa del loro status di immigrati. Fin dal primo giorno, il MAF si è battuto per un aiuto per tutti, indipendentemente dal loro status. MAF ha fatto un passo avanti per offrire assistenza in denaro a 43.000 persone. 

Dalle nostre ricerche, vediamo l'impatto definitivo che l'assistenza in denaro può avere nella vita delle persone. Nell'indagine del MAF sugli immigrati lasciati fuori dall'aiuto del CARES Act, abbiamo visto un aumento di 10 volte del numero di famiglie di immigrati che oggi non hanno reddito. Se queste famiglie fossero state incluse nel CARES Act, più di una su quattro sarebbe stata in grado di pagare le bollette in pieno per il mese con appena $1.200. Non possiamo continuare ad escludere i nostri lavoratori essenziali - abbiamo bisogno di sollievo per tutti.  

Riforma dell'immigrazione

Esortiamo l'amministrazione Biden a mantenere le promesse della sua campagna sull'immigrazione. Reintrodurre il DACA sarà un grande primo passo, ma non possiamo fermarci qui. Abbiamo bisogno di politiche complete che proteggano e aiutino tutti gli immigrati a ricostruire le loro vite finanziarie dopo il DACA-19. Questo significa iniziare con un percorso verso la cittadinanza per tutti gli 11 milioni di immigrati senza documenti, la stragrande maggioranza dei quali ha vissuto in questo paese per decenni e molti contati tra i lavoratori essenziali che combattono in prima linea in questa pandemia. 

Questo significa anche tenere insieme le famiglie, dare ai richiedenti asilo l'opportunità di cercare sicurezza e porre fine ai divieti discriminatori nei confronti dei musulmani. Se vogliamo veramente ricostruire questo paese dopo questa pandemia, dobbiamo investire nelle persone. Cominciamo con l'estendere le protezioni ai nostri lavoratori essenziali e alle loro famiglie - milioni di immigrati che si sono fatti avanti per noi nel momento di maggior bisogno.  

La lezione che traiamo dalla Georgia è che queste politiche sono possibili solo se costruite in cima alle vittorie di un'organizzazione gioiosa e inclusiva. Per questo motivo, abbiamo investito nella mobilitazione lavoro necessario per creare una vera cultura dell'impegno per tutte le persone, indipendentemente dallo status. Nel 2020 abbiamo coinvolto la nostra comunità di oltre 100.000 persone sul censimento e elezioniAscoltando le loro storie e i loro bisogni. Nel 2021 continueremo a organizzarci con più coraggio e senza paura perché la lotta per le prossime elezioni, le prossime mid-terms, il domani dei nostri sogni, è già iniziata.

I titoli dei giornali possono benissimo continuare ad essere dominati dalle facce accigliate di uomini bianchi e rumorosi. Ma noi continueremo a tenere gli occhi su quell'altro volto, fermo alla testa della marcia verso la giustizia, la luce della speranza che ci tiene al caldo nell'aspra lotta per l'uguaglianza, sempre avanti.

MISSION ASSET FUND È UN'ORGANIZZAZIONE 501C3

Copyright © 2020 Mission Asset Fund. Tutti i diritti riservati.

Italian