Itzel: Un DREAMer che fa la differenza

Penso che le cose andranno alla grande e ci guarderemo indietro e diremo, sì, abbiamo fatto la differenza

Itzel ha sempre saputo che era senza documenti, lo aveva saputo per tutta la vita. Il suo status non aveva mai avuto un impatto importante sulla sua vita. Era felice al liceo e non aveva bisogno della patente perché non poteva permettersi un'auto. Tutto nella sua vita stava andando per il verso giusto, ma quando ha compiuto diciotto anni, le cose hanno preso una piega inaspettata.

Le nove cifre che hanno sconvolto il suo futuro.

Quando Itzel andò a fare domanda per il college, non riuscì a superare la prima pagina. Aveva voti fantastici, aveva il sostegno della sua insegnante, faceva tutto quello che dovevi fare per entrare in una buona scuola. Ma i suoi sogni di frequentare l'Università di Berkeley o Stanford in autunno sono stati interrotti a causa della sua mancanza di un numero di previdenza sociale. Itzel non aveva un numero di previdenza sociale da compilare nella domanda e si rese conto che non poteva fare domanda per le scuole che non vedeva l'ora di frequentare da tutta la vita. Si è rifiutata di lasciare che questo la limitasse e quando la sua famiglia si è trasferita si è iscritta al Community College.

Itzel era imperterrita e ha continuato a inseguire i suoi sogni.

Quando si è trasferita dalla sua casa in Oregon a San Francisco, si è iscritta al City College. Come studentessa fuori dallo stato le sue tasse a volte erano il triplo di quelle che pagavano gli studenti locali. A differenza di altri studenti, non poteva accedere ai prestiti tradizionali, agli aiuti finanziari o ad altri servizi per gli studenti. Per lei, questo era un piccolo prezzo da pagare per continuare la sua istruzione. A scuola ha sentito parlare di un nuovo programma ideato da Dreamers come lei. DACA era la sua opportunità per ottenere finalmente il numero di previdenza sociale che le aveva impedito di fare domanda per l'università. Una volta lanciato DACA, ha cambiato la vita di Itzel. Ha potuto fare domanda per DACA aderendo al programma Lending Circles for DREAMers, dove ha ricevuto tutoraggio e aiuti finanziari attraverso prestiti sociali, e ha ricevuto il suo primo permesso di lavoro.

Vivendo il sogno.

Ora Itzel sarà in grado di pagare le tasse scolastiche statali come cittadino e residente a San Francisco per un anno. Ha lavorato duramente per tutta la sua vita e continuerà a lavorare sodo per realizzare il suo sogno americano. È orgogliosa di essere un esempio di ciò che può essere la gioventù senza documenti ed è ottimista su ciò che il movimento DREAMer può realizzare in futuro. "Penso che le cose andranno alla grande e ci guarderemo indietro e diremo, sì, abbiamo fatto la differenza".

MISSION ASSET FUND È UN'ORGANIZZAZIONE 501C3

Copyright © 2021 Mission Asset Fund. Tutti i diritti riservati.

Italian