Riflettori puntati sul personale MAF: Doris Vasquez

Incontra Doris Vasquez, manager del successo dei clienti del MAF. Anche se non lo ammetterebbe mai, Doris incarna ciò che significa essere un leader della comunità. Come manager del successo dei clienti del MAF, Doris è impegnata con la comunità ogni giorno - iscrivendo i clienti ai programmi del MAF, facilitando le formazioni mensili Lending Circles, sostenendo i partecipanti durante il loro percorso e collegando i partecipanti con le migliori risorse per le loro circostanze e necessità. Durante i suoi nove anni al MAF, ha sempre messo la comunità al centro del suo lavoro. In onore del suo incredibile mandato, le abbiamo chiesto di condividere alcune riflessioni sulla sua esperienza:

Come ha conosciuto il MAF?

DV: Un giorno, stavo partecipando ad una riunione del consiglio scolastico alla Sanchez Elementary School e mentre il preside stava parlando, mi sono trovata ad andare avanti e indietro tra l'annuire in accordo e lo scuotere la testa in disaccordo a qualsiasi cosa stesse dicendo. Improvvisamente, qualcuno mi ha toccato sulla spalla e mi ha detto "dovresti parlare e dire qualcosa se non sei d'accordo". Poteva dire che qualcosa era sulla punta della mia lingua, ma ero riluttante a parlare. Non sapevo che questa persona sarebbe stata la persona che mi avrebbe portato ad un sacco di opportunità incredibili nella vita. Dopo questo incidente, ho iniziato ad essere più coinvolta nei gruppi scolastici (PTA, SSC, ELAC). Non avevo ancora una visione del lavoro, ma sapevo che volevo fare la differenza nella vita dei miei figli. Ben presto, la donna che mi aveva incoraggiato a parlare durante la riunione del consiglio scolastico - Lorena - mi stava allenando ad essere un organizzatore e un leader. A poco a poco, ho iniziato a dedicare più tempo come volontaria al San Francisco Organizing Project (SFOP), un'organizzazione non profit con sede a San Francisco, e anche Lorena stava lavorando con loro. Man mano che frequentavo più formazioni e raduni, ho cominciato lentamente a capire il sistema che sta dietro organizzando. Alla fine, Lorena ha iniziato a lavorare alla MAF e quando si è liberato un posto, me ne ha parlato e ho deciso di fare domanda.

Cosa la ispira a fare questo lavoro?

DV: La mia famiglia mi ispira. Come immigrato, conosco la fatica di arrivare in un nuovo paese e non sapere quali opportunità questo nuovo paese offre. Quando mio padre si è trasferito da El Salvador negli Stati Uniti, non ho avuto notizie di mio padre per settimane. Sapevo che era andato in un altro paese, ma non avevo capito che c'era uno status di immigrazione collegato a questo. Alla fine mio padre ci ha fatto venire negli Stati Uniti e all'inizio non volevo stare qui (negli Stati Uniti). A El Salvador mi sentivo più libero di essere un bambino e avevo il sostegno della mia famiglia. Sono sempre stato molto vicino alla mia abuelitos. Quando mi sono trasferita negli Stati Uniti, ho dovuto imparare una nuova lingua e navigare in un nuovo sistema scolastico. Inoltre, la mia famiglia stava attraversando una serie di problemi finanziari. Mio padre era l'unico a lavorare e a volte non avevamo cibo per cena. Ricordo che io e mia madre andavamo al negozio locale per comprare "TV dinners" o facevamo la fila alle banche del cibo. Anche se i miei genitori sono sempre stati in grado di sostenere finanziariamente la nostra famiglia, eravamo sicuramente in difficoltà economiche. Anche così, i miei genitori non mi hanno mai parlato della gestione delle finanze o di cosa significasse essere in debito. Come adulto indipendente, e specialmente dopo essere diventata madre, ho sperimentato la mia serie di lotte finanziarie. Quando ho iniziato a lavorare alla MAF, il mio ex collega Alex era l'allenatore finanziario della MAF all'epoca. Ha iniziato a guidarmi su come gestire il mio debito e pagarlo. Partecipavo alle lezioni e ai workshop finanziari che lui facilitava, e quando ho iniziato a imparare di più sulla gestione delle finanze, questo argomento è diventato molto interessante per me. La gestione delle finanze è una parte enorme della nostra vita quotidiana. Lentamente, sono stato anche in grado di uscire dai debiti.

Spesso, quando ascolto le storie che i nostri clienti condividono di essere in totale debito, lottando per mantenere la loro famiglia a casa, quelle storie iniziano a diventare parte di me e ripenso alle mie esperienze. Sento un forte bisogno di restituire aiutando la nostra comunità a far parte del sistema finanziario.

Dato che il lavoro del MAF è radicato nella "fiducia", come avete costruito la fiducia con la comunità?

DV: Penso di aver costruito la fiducia prendendo il tempo per ascoltare ogni persona che ha attraversato la porta e fornendo loro lo spazio e il tempo per aprirsi. All'inizio, avevo paura di essere troppo coinvolta perché sono naturalmente una persona molto empatica ed emotiva. Ci sono state volte in cui un cliente è stato nella mia mente per giorni, settimane, mesi e, a volte, anche anni. Ma anche se sono bombardato dal lavoro, se un cliente entra e vedo che vuole parlare di qualcosa, gli dedico il mio tempo. A volte, abbiamo solo bisogno di qualcuno che ci ascolti. Il più delle volte è quello che finisco per fare. Ci sono alcuni clienti con cui lavoro dal 2009, e mi sento come se mi avessero reso parte della loro famiglia. Mi sento molto fortunata ad avere clienti così premurosi - clienti che pensano a me anche quando non dovrebbero. Nel corso degli anni, sono stato in grado di costruire un forte rapporto con ogni persona che entra dalla porta della MAF.

Come si è evoluto il modo in cui ha affrontato il suo lavoro negli ultimi nove anni?

DV: Per tutta la mia vita, ho saputo che amo lavorare e incontrare le persone. Quando ho iniziato a lavorare al MAF, avevo pochissima esperienza formale di lavoro con la comunità. La maggior parte della mia esperienza precedente riguardava il lavoro di organizzazione che facevo nei distretti scolastici. Quando ho iniziato a lavorare al MAF, non sapevo cosa avrebbe richiesto questo lavoro. All'inizio, non mi sentivo come se stessi dando il mio 100% perché mi sentivo come se non avessi tutte le risposte alle domande dei clienti. C'è voluta molta ricerca indipendente per capire davvero i problemi che riguardano la comunità e come posso indirizzarli alle risorse giuste. Non avevo idea che ci fosse un ecosistema così forte di organizzazioni non profit a San Francisco. Nel corso degli anni, ho fatto un punto per conoscere queste organizzazioni e costruire la mia conoscenza e le relazioni con i miei compagni nella lotta di dove indirizzare i clienti per diverse risorse.

Anche se non posso aiutare qualcuno in quel momento, sento che è importante trattare tutti con rispetto, fare lo sforzo di indirizzarli verso un'altra risorsa e offrire tutto il sostegno possibile.

Dato che hai iniziato a lavorare con i giovani e ad organizzarti nello spazio educativo K-12, che cosa consigli ai giovani?

Per me, personalmente, Lorena, uno dei miei mentori, ha visto in me un potenziale che non vedevo in me stesso. È per questo che mi impongo di vedere sempre l'incredibile potenziale in tutti coloro che entrano dalla porta della MAF. Voglio che tutti sappiano che sono su questa terra per un motivo. Forse il motivo non è chiaro in questo momento, ma ad un certo punto vi renderete conto del perché siete qui e di cosa dovete fare. Ecco perché non potete mai arrendervi.

MISSION ASSET FUND È UN'ORGANIZZAZIONE 501C3

Copyright © 2021 Mission Asset Fund. All Rights Reserved.

Italian