Accusa pubblica: Un attacco a tutti gli immigrati

Qualche settimana fa il Dipartimento della Sicurezza Nazionale (DHS) ha annunciato una proposta di regola che cambierà il modo in cui il governo guarda agli immigrati che hanno usato o probabilmente useranno i benefici pubblici. Questa regola proposta applicherebbe standard scandalosi per la valutazione, come usare il rapporto di credito di un immigrato e il suo punteggio per determinare se sono o possono diventare un "onere pubblico". Per mettere questo in prospettiva, un punteggio di credito di 640 (un punteggio FICO sotto la media) potrebbe significare la differenza tra ricevere o non ricevere una carta verde.

La regola proposta caratterizza i valori tossici dell'America che non riconoscono e rispettano i contributi di tutti gli immigrati, indipendentemente dalla loro situazione finanziaria.

Se implementata, la regola renderà difficile per: 1) gli immigrati che sono attualmente fuori dagli Stati Uniti e cercano di ottenere un visto; o 2) gli immigrati che sono già negli Stati Uniti e stanno facendo domanda per diventare un residente permanente legale (o titolare di carta verde) attraverso un membro della famiglia o il loro datore di lavoro.

Al centro della regola proposta c'è lo sforzo del governo federale di espandere la lista dei programmi di assistenza pubblica che saranno considerati nel valutare l'idoneità di un immigrato a ottenere lo status. L'attuale politica di addebito pubblico considera solo l'assistenza in denaro e l'assistenza istituzionale a lungo termine finanziata dal governo, ma la regola proposta la espanderebbe per includere anche i seguenti programmi chiave della rete di sicurezza sociale: Supplemental Nutrition Assistance Program (SNAP), Medicaid non urgente, Medicare Part D, e Section 8 housing vouchers.

Questa è una tattica deliberata e meschina impiegata dall'amministrazione per danneggiare ulteriormente le famiglie immigrate vulnerabili negli Stati Uniti.

Oltre a espandere la definizione di onere pubblico per includere ulteriori programmi di assistenza pubblica, la regola proposta stabilirebbe anche standard brevi per i funzionari dell'US Citizenship and Immigration Services (USCIS) da considerare quando fanno determinazioni di onere pubblico.

Nella regola proposta, il governo federale delinea una nuova soglia di reddito familiare che favorisce fortemente gli immigrati con un reddito familiare superiore al 250% del Federal Poverty Level (che, per una famiglia di quattro persone, è più di $62.000 all'anno). La regola proposta obbligherebbe anche gli immigrati a rivelare la loro storia di credito e il loro punteggio come un fattore ponderato del loro stato finanziario. La sua espansione dei programmi di assistenza pubblica insieme all'ampliamento del campo di applicazione di fattori, come lo stato finanziario, penalizzerebbe le famiglie di immigrati non cittadini per una mancanza di "autosufficienza", o in altre parole, per essere a basso reddito.

Il messaggio di fondo per le famiglie immigrate è ciò che è più preoccupante - scegliere tra ricevere assistenza pubblica critica per la salute e il benessere tuo e della tua famiglia o garantire il tuo futuro status di immigrato negli Stati Uniti.

Questo è un dilemma crudele e ingiusto da imporre alle famiglie immigrate a basso reddito. Ma il fatto è che questa regola proposta non colpirà solo le famiglie immigrate a basso reddito. Sta già causando una paura diffusa tra tutti immigrati, compresi i loro figli cittadini degli Stati Uniti.

Come no-profit che sostiene gli immigrati, MAF capisce l'importanza della sicurezza finanziaria e dell'accesso a prodotti di prestito sicuri e accessibili. Riconosciamo la resilienza e l'intraprendenza mostrata da tutti gli immigrati negli Stati Uniti per superare le barriere finanziarie. Non solo questa regola proposta è senza cuore e ingiusta, ma crea barriere alla mobilità verso l'alto per le famiglie a basso reddito e immigrate. È progettata per negare a queste famiglie la possibilità di prosperare.

In oltre dieci anni di sostegno a migliaia di individui a basso reddito, famiglie e immigrati per stabilire il loro credito, sappiamo che il reddito e il rapporto di credito di un individuo da soli non rappresentano un quadro chiaro della loro intera situazione finanziaria.

Il MAF, come molti altri fornitori di servizi diretti senza scopo di lucro, sarà testimone del danno che la regola proposta dal DHS relativa all'accusa pubblica causerà alle famiglie immigrate. Questa regola proposta è un attacco inumano e punitivo che distruggerà la salute e il benessere delle famiglie immigrate vulnerabili in tutta la nazione.

Mercoledì scorso, il DHS ha pubblicato la sua proposta di regola nel Registro Federale, un atto che segna l'inizio di un periodo di 60 giorni di commenti pubblici che si chiuderà lunedì 10 dicembre. È durante questo periodo di 60 giorni di commenti pubblici che la nostra azione contro la carica pubblica conta più che mai. 

La lotta è tutt'altro che finita e il momento di agire è ora!

Il MAF è impegnato a difendere le nostre comunità di immigrati e ad opporsi a questa regola repressiva proposta. Sia che decidiate di usare la vostra voce durante il periodo di commenti pubblici o sei interessato a saperne di più su il nostro lavoro a sostegno degli immigratiVi incoraggiamo tutti a stare con noi come alleati al servizio di un trattamento equo e giusto di tutte le comunità di immigrati.

MISSION ASSET FUND È UN'ORGANIZZAZIONE 501C3

Copyright © 2020 Mission Asset Fund. Tutti i diritti riservati.

Italian