Tag: studenti

Ci appoggiamo l'un l'altro in tempi di crisi

Se dovessi distillare l'essenza del lavoro di risposta rapida della MAF in una parola sarebbe: partnership. In mezzo al nuovo allontanamento sociale, siamo stati in grado di avvicinarci più che mai per ascoltarci e aiutarci a vicenda durante questa crisi inimmaginabile.

Subito dopo che gli ordini di soggiorno sono stati dati a marzo, abbiamo iniziato ad aiutare i clienti che sapevamo sarebbero stati colpiti negativamente.

Abbiamo sentito subito i clienti, ansiosi di perdere il reddito, di non sapere come avrebbero potuto pagare l'affitto, comprare il cibo o anche tenere il passo con le loro bollette mensili. Abbiamo sentito la loro preoccupazione e ci siamo mossi rapidamente per sollevare un Fondo di risposta rapida il 20 marzo senza conoscere realmente la profondità della pandemia in corso.

Nei primi momenti della crisi, il campo della filantropia si è radunato per rispondere a questa nuova sfida.

Abbiamo collaborato con fondazioni che si sono fatte avanti per sostenere le comunità con cui lavorano e a cui tengono molto: studenti universitari, membri dell'economia creativa e famiglie immigrate escluse dal CARES Act. Hanno lavorato per farci avere i soldi velocemente, riconoscendo l'urgenza e aiutandoci a portare i soldi direttamente nelle mani di coloro che ne avevano bisogno il più velocemente possibile. Non ho mai visto il processo di sovvenzione muoversi così rapidamente, passando dalla nostra prima conversazione all'impegno e all'esborso in pochi giorni. È incredibile quello che si può realizzare quando si ha gli occhi chiari e ci si impegna per l'obiettivo finale.

Mentre la raccolta di fondi era in corso, il nostro team stava riproponendo i nostri sistemi e la nostra tecnologia per erogare sovvenzioni in contanti su larga scala.

Abbiamo costruito un processo di candidatura completamente nuovo per ciascuna delle comunità che abbiamo deciso di sostenere, dedicando del tempo a considerare come potevamo affrontare in modo equo il tremendo bisogno che c'era là fuori. Ci siamo assicurati che in ogni domanda ponessimo la giusta serie di domande con cura e rispetto e ci siamo presi del tempo per capire la realtà finanziaria, le strategie e le risorse di ogni richiedente. Con questo, siamo stati in grado di dare priorità al bisogno: sapevamo che il primo arrivato, il primo servito esagerava solo le disuguaglianze sistemiche e le barriere all'accesso, privilegiando quelli con l'internet più veloce e le migliori informazioni. Abbiamo creato un'alternativa che concentrava le risorse che avevamo su coloro che ne avevano più bisogno. E, alla base di tutto questo processo, ci siamo assicurati che il nostro nuovo sistema fosse impostato con lo stesso impegno costante nel trattare i dati finanziari sensibili in modo efficiente e sicuro.

Dopo sette settimane di quarantena, siamo ora nel mezzo della fornitura di sussidi $500 a più di 20.000 persone che hanno un disperato bisogno finanziario.

È stimolante fare un bilancio di ciò che abbiamo realizzato con i nostri partner:

  • 3 Fondi di risposta rapida a sostegno di studenti universitari, giovani creativi e famiglie di immigrati
  • 23 fondazioni che mettono in comune le risorse di tutti e tre i fondi
  • $12M in totale per fornire alle persone un aiuto finanziario di emergenza
  • 26 partner che ci mettono in contatto con famiglie immigrate idonee

Con i nostri partner al nostro fianco e il nostro piccolo ma potente staff di 29 MAFistas, siamo stati in grado di sostenere:

  • 75.000+ individui che si sono iscritti in cerca di aiuto
  • 52.000+ pre-candidature completate con approfondimenti sulla situazione finanziaria delle persone
  • 8.000+ applicazioni complete completate sulla nostra piattaforma sicura
  • Più di 5.500 sovvenzioni distribuite e depositate in conti correnti

Ad ogni passo, c'è stato un sacco di lavoro attento e riflessivo dietro tutti questi numeri.

MAFistas ha fatto un passo avanti per assicurarsi che abbiamo costruito le applicazioni giuste, usato la tecnologia giusta e creato il processo giusto per ciascuna delle comunità che stiamo aiutando - tutto fatto con cura e urgenza per aiutare le persone in questo momento di crisi. Perché? Semplicemente: abbiamo ricevuto più di 7.000 e-mail, chiamate, biglietti da persone che chiedono aiuto - sentiamo le loro storie, le loro grida di aiuto - e questo sta motivando lo staff ad andare oltre il nostro normale lavoro per essere presenti per le persone nel momento del bisogno.

Posso solo dire che è veramente umiliante assistere a una tale devozione.

Con questa gentilezza e compassione alle spalle, stiamo dimostrando il meglio di ciò che la tecnologia e la finanza possono essere. E con i nostri partner al nostro fianco, stiamo dimostrando cosa significa farsi vedere per le persone - per aiutare le famiglie in questo momento di crisi non solo con aiuti finanziari ma, soprattutto, un messaggio di speranza e solidarietà che non sono soli.

Puoi sostenere il fondo di risposta rapida del MAF qui.

In attesa della SCOTUS, l'UCLA guarda a Lending Circles per il Deferred Action


La collaborazione del MAF con l'UCLA's Undocumented Student Center porterà Lending Circles for Deferred Action a più comunità di Los Angeles.

Un caso attuale della Corte Suprema potrebbe portare alle stelle l'interesse per uno dei nostri programmi di firma, Lending Circles per Deferred Action.

Nel 2014, il presidente Obama ha annunciato un'azione esecutiva per espandere il programma "Deferred Action" per garantire ai giovani "sognatori" e ai loro genitori un tipo di permesso temporaneo per rimanere negli Stati Uniti. Anche se questa politica è stata bloccata nel caso Stati Uniti contro Texas, una decisione favorevole della Corte Suprema prevista per giugno di quest'anno potrebbe rendere 5 milioni di persone ammissibili per DACA e DAPA.

Per i molti studenti UCLA idonei, l'accessibilità economica è un problema importante.

Studi hanno dimostrato che il 43% di coloro che hanno diritto a DACA scelgono di non fare domanda a causa dell'alta tassa di iscrizione. Così, quando Valeria Garcia, direttore del programma Programma per studenti senza documenti alla UCLA, ha saputo del programma Lending Circles for Deferred Action, ha pensato che sarebbe stato un ottimo modo per gli studenti UCLA di finanziare le loro domande DACA. Il programma per studenti senza documenti della UCLA fornisce uno spazio accogliente e sicuro per aiutare gli studenti a navigare nella UCLA, offrendo tutoraggio, programmi e workshop su misura per le loro esigenze specifiche.

Ora, per la prima volta, gli studenti della UCLA hanno l'opportunità di partecipare al programma Lending Circles.

Questa partnership permetterà agli studenti dell'UCLA di pagare la tassa d'iscrizione al $465 con un prestito a tasso zero, e costruire la loro storia di credito allo stesso tempo. Giovani, in età da college
d i giovani hanno storicamente bassi punteggi di credito. In uno studio condotto da ExperianIl punteggio medio di credito dei millennial era più di 50 punti più basso del punteggio medio di credito negli Stati Uniti e quasi 100 punti più basso di quello dei baby boomers.

Con una rete crescente di fornitori di Lending Circle, iscriversi al programma sarà facile per gli studenti della UCLA. I fornitori partner di Los Angeles (tra cui Partenariato per le competenze edilizie (Los Angeles), Centro dei lavoratori filippini della California meridionaleFondazione messicana americana di opportunità (MAOF) e Centro risorse coreane (KRC)) hanno già aiutato i partecipanti a prestare e prendere in prestito quasi $10.000 in prestiti Lending Circles.

Gli studenti della UCLA possono ora sentirsi autorizzati ad agire, a costruire il loro credito, a sviluppare sane abitudini di risparmio e a mettere da parte i soldi per obiettivi specifici, lavorando con questi partner esistenti che offrono il programma nel loro cortile.

Con la riforma dell'immigrazione all'orizzonte, nuove opportunità di collaborazione come questa possono aiutare a rimuovere le barriere finanziarie che molti aspiranti cittadini devono affrontare. Nel gennaio di quest'anno, MAF ha lanciato la campagna Build a Better LA proprio per questo motivo. Lo scorso aprile, abbiamo dato il benvenuto a tre nuovi fornitori partner attraverso questa campagna: East LA Community Corporation, Centro giovanile e comunitario Koreatown, e LIFT-LA. Insieme, con i fornitori partner locali e organizzazioni come l'UCLA's Undocumented Students Program, speriamo di raggiungere più famiglie laboriose che hanno bisogno di un prodotto finanziario accessibile - e un percorso fuori dall'ombra finanziaria.

Curioso di saperne di più su Lending Circles per Deferred Action? Controlla LendingCircles.org per ulteriori informazioni.

MISSION ASSET FUND È UN'ORGANIZZAZIONE 501C3

Copyright © 2022 Mission Asset Fund. Tutti i diritti riservati.

Italian