Diamo il benvenuto a Carmen Chan, DREAMSF Fellow!


Carmen, una Dreamer del Venezuela, condivide la sua storia e il suo sogno di aiutare i giovani senza documenti.

Carmen Chan si è recentemente unita al team del MAF come Outreach Fellow attraverso il Ufficio per l'impegno civico e gli affari degli immigrati di San Francisco Borsa di studio DREAMSF. La DREAMSF Fellowship è un'opportunità per i giovani approvati dalla DACA di servire le comunità di immigrati di San Francisco mentre acquisiscono una preziosa esperienza professionale e di formazione. Siamo entusiasti di avere Carmen a lavorare con noi e vogliamo condividere un po' di lei attraverso un'intervista!

1.Cosa ti ha ispirato a fare domanda per la Dream SF Fellowship?

Stavo cercando qualcosa da fare durante l'estate e poi il mio consigliere accademico mi ha mandato un'e-mail sulla Dream SF Fellowship. Volevo anche fare qualcosa per la comunità senza documenti perché volevo scoprire che tipo di leader posso essere. Ho fatto domanda e sono stata accettata!

2. Parlaci un po' di te.

Sono nato e cresciuto in Venezuela. Mi sono appena laureata alla San Francisco State University con doppia specializzazione in storia e spagnolo. Ho frequentato la Everett Middle School e la Galileo High School a San Francisco. Sono venuta a San Francisco quando avevo 12 anni con i miei genitori. I miei genitori sono rimasti per una settimana e hanno deciso di lasciare me e mia sorella alle cure di mio zio. È stato difficile per me, perché ho dovuto ricominciare da capo. Volevo rimanere nel mio paese, perché la maggior parte dei miei familiari e amici vivevano lì.

Mi consideravo una persona di due mondi perché crescendo la cultura cinese era nel mio ambiente e una volta andato a scuola, la cultura venezuelana era molto importante. A casa, i miei genitori mi parlavano in cinese e le usanze e la religione erano molto importanti crescendo. Per esempio, il Capodanno cinese mia madre si svegliava presto e iniziava a preparare da mangiare. La mia cosa preferita era svegliarmi e sentire il profumo della cucina di mia madre, le buste rosse e i fuochi d'artificio. Inoltre, la cultura venezuelana era molto importante perché passavo molto tempo nelle case dei miei vicini. Mi ricordo di aver mangiato Arepas, Cachapas e Sancocho. A scuola, giocavo con i bambini del barrio. Ho anche imparato un sacco di slang venezuelano.

Il Venezuela è sempre in subbuglio. Il mio paese è diviso ancora oggi. Ricordo che quando ero un bambino ho perso molto tempo a scuola a causa delle proteste e degli scontri tra il partito di Hugo Chavez e l'opposizione. I miei genitori pensavano che l'opzione migliore fosse venire in America, studiare e migliorare la mia istruzione. La situazione politica in questo momento è peggiore di quando sono partito. I miei genitori non hanno nemmeno la carta igienica da usare o il pollo da mangiare. Mi sento davvero male per come è il paese in questo momento.

3. Quali sono alcune attività o progetti in cui sei stato coinvolto e di cui sei veramente orgoglioso?

Quando ero uno stagista di Pact, Inc, Ho aiutato una studentessa asiatica con i suoi aiuti finanziari. Facendo questo ho scoperto che era AB540 e lei era così sorpresa perché i suoi genitori non le avevano detto del suo status. L'AB540 è una legge dell'assemblea che è stata approvata nel 2001, che permette agli studenti senza documenti di pagare le tasse universitarie nello stato. Molti studenti senza documenti si chiamano AB540 per specificare il loro status.

Lo studente mi ha ricordato molto me stesso, perché anche i miei genitori non mi hanno detto che ero senza documenti. Ho scoperto il mio status al liceo, quando la mia consulente scolastica mi ha detto che non avevo i requisiti per il FAFSA. La mia consulente non sapeva cosa fare con la mia situazione, perché ero probabilmente il primo studente senza documenti che conosceva a quel tempo.

Il giorno dopo, la studentessa è venuta e mi ha detto che non voleva andare al college perché era troppo costoso. Le ho detto che c'erano molti modi per ottenere aiuto, come le borse di studio. Ho continuato ad incoraggiarla a fare domanda per tutte le borse di studio disponibili e lei l'ha fatto. Quando ho scoperto che aveva ottenuto una borsa di studio di quattro anni per frequentare il City College, ero così felice per lei. Sono ancora in contatto con lei su Facebook.

4. Perché eri interessato a lavorare al MAF come Outreach Fellow?

Avere il permesso di lavoro è stata un'esperienza che mi ha aperto gli occhi. Ho fatto degli errori e ho imparato delle grandi lezioni importanti. Per esempio, la compilazione delle tasse era così confusa e ho fatto alcuni errori nel mio W-4. Non sapevo perché l'IRS dovesse prelevare soldi dal mio stipendio. Alcuni dei miei amici senza documenti hanno iniziato a parlarmi della sottoscrizione di carte di credito, perché era importante iniziare a costruire un punteggio di credito. Ero perso e un po' confuso. La ragione per cui ho voluto unirmi al MAF è perché voglio fornire quel supporto e quella guida a molti giovani senza documenti sulle loro finanze.

5. Cosa non vedi l'ora di fare durante la tua borsa di studio?

Non vedo l'ora di imparare molte abilità, specialmente nella divulgazione, perché credo che la divulgazione sia uno strumento potente che può influenzare e potenziare la comunità che serviamo. Inoltre, il networking e la costruzione di connessioni.

6. Quali sono alcuni dei suoi obiettivi nei prossimi cinque anni?

Spero tra 5 anni di avere un lavoro che mi piaccia, specialmente lavorando con i giovani o con le comunità a basso reddito nella Bay Area. Spero tra 5 anni di avere la possibilità di portare i miei genitori a vivere qui con me. Non vedo mia madre da circa 10 anni e mi manca molto.

7. Quali sono le sue speranze per la comunità dei Dreamer e per gli americani senza documenti?

Spero che presto avremo una riforma dell'immigrazione che beneficerà tutti allo stesso modo, una riforma che beneficerà non solo i giovani, ma i genitori laboriosi. Il Azione differita per gli arrivi di bambini ha così tante limitazioni, come il fatto che devi essere arrivato negli Stati Uniti prima dei 16 anni e devi avere meno di 31 anni al 15 giugno 2012, quindi non beneficia tutti i Dreamer. Una delle mie più care amiche non ha potuto fare domanda per il Deferred Action perché è arrivata qui nel luglio del 2007, ma per qualificarsi bisogna essere stati residenti negli Stati Uniti dal giugno 2007. A causa della differenza di un mese, non ha potuto fare domanda per la Deferred Action.

Non possiamo arrenderci ora. C'è ancora speranza. Non è mai troppo tardi per lottare per i nostri sogni. Non siamo soli in questa lotta. Le nostre lotte ci rendono più forti e ci rendono ciò che siamo.

MISSION ASSET FUND È UN'ORGANIZZAZIONE 501C3

Copyright © 2020 Mission Asset Fund. Tutti i diritti riservati.

Italian